Caprarola Palazzo Farnese

ll Palazzo Farnese di Caprarola è assieme fortezza e palazzo costruiti su un edificio preesistente, su disegno di Jacopo Barozzi da Vignola (1507-1573). L’opera grandiosa fu commissionata alla fine degli anni ’40 del XVI secolo dal cardinale Alessandro Farnese il giovane (1520- 1589) in un momento particolare per la casata, al fine di celebrare l’enorme potere raggiunto dai Farnese. Il palazzo, un pentagono a cinque piani con un cortile circolare inscritto al suo interno, fu realizzato in soli venticinque anni, sotto lo stretto controllo dei lavori dello stesso architetto e di suo fratello. Ogni particolare dell’edificio dovette essere super-preciso, si stava preparando quel che sarebbe diventato un capolavoro del secondo rinascimento. L’edificio, che racchiude uno spazio esclusivo fatto per glorificare il nome dei Farnese, propone un percorso irresistibile tra architettura, simbologie rinascimentali, pittura rinascimentale/manierista che racconta la storia della casata. Il Gran Cardinale, Alessandro, nipote di Papa Paolo III Farnese (1468-1549), volle un’opera che tramontasse i tempi e non badò a spese. Chiamò gli iconografi ed artisti più bravi che esistessero allora per far realizzare la superficie estesissima di affreschi che raccontano l’ascesa al potere dei Farnese, il loro importante ruolo nella Corte Pontificia e nelle Corti d’Europa. Il percorso di visita vi condurrà dalla piazzetta antistante al palazzo, al pianterreno con il cortile circolare e la Sala delle Guardie. Si accede poi al Piano Nobile salendo la scala a chiocciola, chiamata Scala Regia per la maestria con la quale fu disegnata e realizzata dal Vignola. Dopo aver ammirato le tante sale affrescate del Piano Nobile, si accede ai Giardini bassi. Si sale al Parco terrazzato ed ai Grandi Giardini costruiti nel pendio di una collina, per arrivare ad una sequenza di fontane monumentali con giochi d’acqua e la Casina del piacere, residenza estiva del cardinale Alessandro. Tutt’attorno alla casina affrescata si estendono labirinti di bosso con fontane e sculture scolpite da Pietro Bernini (1562-1629), padre di Gian Lorenzo. I Grandi Giardini furono disegnati dal Vignola, ma il primo esecutore ne era Giacomo del Duca (1520-1604), mentre la Casina del piacere fu realizzata da Giovanni Antonio Garzoni (1537-1596). Al termine della visita guidata è possibile usufruire di una degustazione di prodotti tipici in un locale caratteristico al borgo di Caprarola, su prenotazione.

Molti gli abbinamenti alla visita del Palazzo Farnese nella seconda parte della giornata. Per info e prenotazione visite guidate :

www.assoguideviterbo.it
Tel.  339 8897492
email:info@guideturisticheviterbo.it

Visite guidate per scuole/gruppi adulti in italiano, francese, spagnolo, inglese, ungherese

Tour 1-6 giorni nella provincia di Viterbo

Suggerimenti per la vostra permanenza

Pianificazione tour

Like
311

Tag: